Emergency lavoro

Afghanistan, Cambogia, Nicaragua, Somalia, Sri Lanka: figure professionali cercasi.
Emergency e Medici senza frontiere hanno avviato un piano di reclutamento che prevede la ricerca di laureati per svolgere professioni regolarmente retribuite in zone a rischio.
Si cercano profili sanitari (chirurghi, ginecologhe, pediatri, infermieri, fisioterapisti, anestesisti) ma anche esperti di logistica, tecnici elettromedicali, farmacisti, architetti, ingegneri ed esperti di gestione delle finanze con laurea in economia.
“Ai candidati richiediamo capacità di adattamento ma non solo, è necessaria la disponibilità a permanere all’estero dai tre ai sei mesi” spiega Paola Ballardin, coordinatrice dell’attività di reclutamento di Emergency . Sono da escludere le persone in fuga dalla propria vita o in cerca di emozioni forti, come spiegano da Medici senza frontiere: “Per partire ci vuole una motivazione importante” – commenta Stefano Manfredi, responsabile risorse umane dei progetti all’estero di MSF.
Gli stipendi sono in linea con quelli italiani – i compensi variano infatti da 1200 euro lordi a due o tremila euro a seconda dei profili e dell’esperienza maturata -, ma è la situazione lavorativa a cambiare radicalmente: gli sforzi, lo stress, i momenti di sconforto…ma anche e soprattutto le soddisfazioni e le gioie derivanti dall’attività quotidiana. Insomma, un’ottima opportunità per crescere professionalmente, ma non solo.

Francesco

Fonte: Corriere della Sera 17/04/09

Annunci

Tag: , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: