Archive for the ‘Giovani’ Category

Formazione e lavoro: chi va e chi viene

luglio 1, 2011

Hanno tra i 16 e i 18 anni, ragazzi svegli e dalla mente brillante. Sono i giovani che hanno deciso di aprirsi al mondo attraverso un’esperienza di studio all’estero. Ogni hanno, grazie a Intercultura, Onlus che promuove e organizza scambi interculturali, circa 15oo giovani affrontano con successo questa sfida.
Non è semplice, a partire dal complicato iter selettivo, non tutti, infatti, sono idonei a vivere un periodo di studio all’estero, lontano da casa; bisogna essere psicologicamente pronti ad affrontare anche le piccole difficoltà quotidiane: incomprensioni  dovute alle differenze interculturali tra l’Italia e il Paese ospitante, cambio delle proprie abitudini e del proprio stile di vita. Altra condizione indispensabile:  un eccellente rendimento scolastico . Poi si parte! Le mete scelte sono  le più disparate in tutto il mondo, c’è chi preferisce  la Cina, con i sistemi scolastici migliori al mondo e chi predilige l’India, forse con il sogno di diventare, un giorno, uno dei bravissimi ingegneri che andrà a lavorare nella Silicon Valley.

Ma per tanti giovani che scelgono di lasciare il Bel Paese, seppur temporaneamente, per fare esperienze formative all’estero, ci sono altrettanti stranieri che si dicono pronti a venire in Italia a lavorare.

Secondo quanto emerso dall’ISEO Summer School  il 73% dei 488 studenti provenienti da 89 nazioni e da 213 università del mondo, si dice disponibile a venire in Italia per lavorare. Le aziende più ambite sono risultate Unicredit Banca, Fiat, Ferrari, Intesa San Paolo ed Eni. Restano comunque ancora tanti giovani che difronte all’opportunità di lavorare in Italia  hanno ancora alcune riserve: il rischio di una scarsa crescita professionale, maggior attrattività esercitata da altri paesi e ancora elevata tassazione italiana e  basso livello di remunerazione.

Le esperienze all’estero, di studio o di lavoro, sono in ogni caso occasioni di grande crescita personale che aprono la mente e insegnano il dialogo e la comprensione tra diverse culture. Buon viaggio a tutti!

Settore turismo: al via i career days

marzo 7, 2011

Se state cercando un lavoro nel settore turistico-alberghiero ecco alcune opportunità che non potete lasciarvi sfuggire!

Il primo appuntamento da segnare in agenda è il Turismo Formazione e Professioni Summit (TFP) che si terrà a Milano, a Palazzo ai Giureconsulti il 9 e 10 marzo. Il TFP si annuncia come un contenitore di opportunità lavorative e di formazione. Sarà l’occasione per conoscere le offerte di lavoro, i valori e le mission di importanti aziende del turismo operanti nel settore alberghiero, business travel e tour operator, compagnie di navigazione, agenzie per il lavoro e istituti di alta formazione. Nel corso della due giorni sarà possibile sostenere colloqui liberi con le aziende e candidarsi a una serie di selezioni del personale. Non mancheranno momenti di dibattito e seminari dedicati allo sviluppo delle competenze e delle abilità personali, presentazione di importanti studi e novità professionali utili a tutti gli operatori ecc.

Ritorna l’11 e 12 marzo l’appuntamento fisso con IO Lavoro, la manifestazione giunta alla X edizione, organizzata dall’Agenzia Piemonte Lavoro e promossa da Regione Piemonte, Provincia di Torino, Regione Valle d’Aosta e Città di Torino che si terrà a Torino presso il Palasport Olimpico Isozaki. Qui si potranno incontrare le aziende del settore turistico, alberghiero e benessere in cerca di personale per la stagione estiva. Anche in questa occasione sarà possibile sostenere colloqui di lavoro, lasciare alle aziende il proprio CV e usufruire del servizio di consulenza gratuita per redigere in modo corretto il curriculum vitae e affrontare al meglio un colloquio di lavoro.

Anche Roma sarà tappa di una manifestazione dedicata al settore turistico. Per 4 giorni, dal 6 al 9 aprile, si svolgerà Fareturismo, un evento che raduna presso il salone delle Fontane: studenti, operatori turistici del pubblico e del privato, rappresentanti delle organizzazioni di categoria e delle associazioni professionali, docenti scolastici e universitari e addetti ai lavori. Anche in questo caso un programma ricco di iniziative: colloqui di selezione con le aziende, presentazione dell’offerta formativa in ambito turistico, presentazione delle figure professionali del settore, seminari di aggiornamento professionale e tanto altro ancora.

Per info:

Turismo Formazione e Professioni Summit – 9 e 10 marzo 2011

IO Lavoro – 11 e 12 marzo 2011

Fareturismo dal 6 al 9 aprile 2011

Opportunità di stage al Ministero dello Sviluppo Economico

settembre 7, 2010

C’è tempo fino al 24 settembre per partecipare al bando di tirocinio per il 2010, promosso dal Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e Coesione del Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Fondazione CRUI, (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) che mette a disposizione 18 stage per altrettanti laureati presso gli uffici del Dipartimento.  Il bando si rivolge a neo laureati e laureandi di primo livello, di specialistica e di vecchio ordinamento dei 32 atenei italiani che aderiscono al bando. Gli stage avranno una durata di 4 mesi (prorogabili fino a 6), con inizio previsto per l’8 novembre 2010 e si svolgeranno tutti presso gli uffici di Roma.
I tirocini sono attivati allo scopo di accostare il mondo accademico e il mondo del lavoro offrendo a laureandi e neo-laureandi la possibilità di effettuare un periodo di formazione sul campo.

Dopo la maturità come scegliere l’università?

giugno 29, 2010

Dopo le notti trascorse in bianco a ripassare per la maturità, la tensione per il tanto temuto colloquio orale e la trepida attesa dell’esito finale è giunto il momento, per chi ha ancora voglia di proseguire gli studi, di scegliere la facoltà universitaria più in linea con le proprie aspirazioni.
Ecco qualche consiglio per facilitare la scelta.
La prima domanda che ci dobbiamo fare è: quali sono realmente i miei interessi e le mie attitudini?
La riflessione va fatta su sé stessi. Deve essere una autoanalisi sincera e profonda che va ad indagare le peculiarità del nostro carattere. Cosa ci piace davvero fare? Quali sono le nostre passioni? In cosa abbiamo dato prova di essere bravi? Per cosa ci sentiamo particolarmente portati?
Può capitare che non sia facile fare questa operazione. Proviamo allora a individuare l’ambito in cui ci piacerebbe operare; qui ci viene in aiuto l’esperienza fatta a scuola. Quali sono state le materie preferite? In quale campo abbiamo ottenuto i risultati migliori? In quello umanistico, scientifico, o tecnologico? Rispondendo a queste domande potremo restringere il raggio delle opzioni  fino ad individuare la nostra strada.
Proviamo ora a confrontarci con delle ipotesi professionali: in quali “panni” mi troverei più a mio agio? nel camice del medico? Nella toga del giudice, o nel colletto bianco del dirigente? Va detto che non tutti i profili professionali ci sono così familiari. Sapete per esempio cosa fa l’Ecoauditor, Il Registrar o il Game screenwriter ? In questo caso vi sarà certamente d’aiuto consultare Profpedia.it la piattaforma che descrivere nel dettaglio alcune figure professionali che operano nella comunicazione, nel turismo, nei media digitali ecc.
A questo punto bisogna confrontare le proprie preferenze con la realtà per capire quali sono le figure professionali richieste dal mercato del lavoro. Vi consigliamo di consultare le indagini sulle condizioni occupazionali dei laureati effettuate da Almalaurea oppure, avendone la possibilità possiamo chiedere informazioni a chi ricopre quello specifico ruolo professionale, un punto di vista personale e soggettivo può senza dubbio mettere in luce i punti di forza e le criticità di una determinata professione.
Ora non ci resta che individuare le classi di laurea, cioè le categorie concettuali entro cui rientrano i diversi corsi di laurea che ci interessano. (visitate il sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca). Fatto ciò non soffermiamoci soltanto a scegliere il percorso formativo in base al titolo del corso di laurea ma andiamo a confrontare il programma didattico proposto dalle diverse università, analizziamo cioè  quali e quanti esami sono previsti per ciascuna materia, quanti sono i laboratori didattici contemplati nel piano di studi, se è previsto uno stage obbligatorio ecc…
Infine vi consigliamo di fare un salto nelle università per andare a  sentire che aria si respira, mettetevi in contatto con gli uffici preposti all’orientamento,  non esitate a fare domande, a richiedere materiale informativo e infine, tenete d’occhio il calendario. Proprio in questo periodo molte Università hanno organizzato i loro Open day.
Ecco alcuni link utili:

8 e 13 luglio  Università di Lingue e Comunicazione IULM

12 – 16 luglio Università Cattolica del Sacro Cuore

14 luglio – Università degli Studi di Pavia

16 e 22 luglio Università degli Studi di Padova

20 – 22 luglio Università La Sapienza

21 luglio Università degli Studi Roma3

Buona scelta a tutti!

Il volto nuovo della comunicazione sociale

giugno 28, 2010

Ultimi giorni per iscriversi alla quarta edizione del concorso Il Volto Nuovo della Comunicazione Sociale,  concorso di idee per giovani universitari con il pallino della comunicazione (iscrizione entro il 30 giugno).
L’obiettivo di questa iniziativa è quello di invitare i giovani a creare idee di comunicazione capaci di stimolare all’azione altri giovani.
La partecipazione al concorso può essere individuale o a coppie composte da due studenti universitari e di certo si potrà mettere alla prova il proprio spirito creativo realizzando delle vere e proprie campagne con video, banner, musiche, testo, e immagini, ispirate a uno dei tre temi proposti: sostenibilità ambientale, attenzione alla diversità o lotta alla povertà.
In pallio per i vincitori ci sono:

  • 15 viaggi studio a Strasburgo con visita al Parlamento Europeo;
  • la partecipazione alla sesta edizione della Conferenza Internazionale della Comunicazione Sociale che si svolgerà a Milano il 9 novembre 2010
  • la visibilità sul sito della Fondazione Pubblicità Progresso e del Parlamento Europeo.

    Per scaricare i moduli necessari alla partecipazione visitate: http://www.pubbliprogresso.it/concorso_onthemove.aspx

    La tua idea per il Paese

    giugno 23, 2010

    L’Associazione ItaliaCamp, fondata da un gruppo di giovani esponenti della società civile italiana, tra cui studenti, ricercatori, imprenditori, liberi professionisti e giovani in cerca di occupazione, in collaborazione con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, organizza e promuove a livello nazionale e internazionale il concorso “La tua idea per il Paese”
    L’iniziativa è finalizzata alla raccolta e alla selezione delle idee più innovative in materia di Scienza e Tecnologia, Ricerca, Energia e Infrastrutture, Lavoro e Impresa, Cultura e Società, Economia, Finanza e Marcati, Politica, Istituzioni e Pubblica Amministrazione.
    Le idee saranno condivise e discusse durante i 4 Barcamp (Roma, Lecce, Bruxelles e Milano) che saranno organizzati a partire da ottobre 2010.

    In occasione dell’evento conclusivo dell’ItaliaCamp, che si terrà a Palazzo Chigi, si darà avvio al processo di realizzazione delle idee vincitrici, selezionate da un apposito comitato strategico, secondo criteri di effettiva realizzabilità, impatto ambientale e ricadute occupazionali, mediante il loro affidamento ad apposite “unità di progetto” (cd. Italia Units), che si occuperanno di facilitare la loro concreta esecuzione.
    Se sei interessato a questa lodevole iniziativa e desideri partecipare al concorso visita questi siti: www.governo.it e www.italiacamp.it e diventa fan dell’Associazione ItaliaCamp su Facebook.

    Il lavoro oggi e nel 2015

    aprile 21, 2010

    Vi segnaliamo un altro interessante appuntamento dedicato all’orientamento dei giovani.
    All’incontro, organizzato da Città dei Mestieri, si discuterà di quali sono le principali opportunità per i giovani oggi, come evolverà il quadro in prospettiva, quali sono e saranno le caratteristiche vincenti.
    Il workshop sarà seguito da un laboratorio sull’autoimprenditorialità.
    L’appuntamento è per giovedì 22 aprile alle ore 11.00 presso la sede di Città dei Mestieri di Milano via Soderini, 24 Milano (MM1 Bande nere).
    Per partecipare bisogna inviare l’adesione a: cittadeimestieri@provincia.milano.it
    Locandina evento 22_aprile

    Finanziamenti per l’imprenditoria giovanile in Lombardia

    aprile 15, 2010

    Siete giovani e volete dare vita ad una nuova impresa?
    Regione Lombardia, insieme al sistema delle Camere di Commercio e al Comune di Milano vi possono aiutare grazie a “Start”, un progetto a sostegno dell’imprenditoria giovanile, che permette al neo imprenditore, attraverso il superamento di varie tappe, di non essere mai solo nella fase di start up, di norma è la più complicata e la più difficile.  Grazie agli stanziamenti regionali ogni giovane imprenditore di età compresa tra i 18 e i 30 anni potrà beneficiare di un contributo a fondo perduto e di una serie di servizi gratuiti che accompagneranno e sosterranno il giovane imprenditore nelle diverse fase di start up dell’impresa: dal momento del concepimento dell’idea fino alla prima gestione imprenditoriale. Le tappe prevedono: seminari di orientamento, corsi di formazione per il trasferimento delle conoscenze/competenze e metodologie per la definizione del progetto imprenditoriale, assistenza personalizzata per la stesura del Business Plan, erogazione di contributi a fondo perduto per le imprese neo-costituite, azioni post-contributo di assistenza alla rendicontazione per le imprese agevolate, e infine azioni post-contributo di tutoraggio, mentoring e affiancamento per i primi 24 mesi di vita dell’impresa.

    IULM Open Day. Per conoscere di persona il tuo futuro

    marzo 12, 2010

    Sabato 13 marzo a partire dalle ore 9.00 si svolgerà la giornata di orientamento all’offerta formativa dell’Università IULM di Milano.
    Questo è il link per consultare il programma della giornata.
    Da quest’anno potete seguire l’open day anche in streaming!

    Granarolo: opportunità per 20 neolaureati

    gennaio 19, 2010

    L’azienda Granarolo, conosciutissima per il latte (quello della Lola) ha lanciato con il nuovo anno un  programma di recruiting finalizzato a formare, far crescere e assumere tanti giovani neolaureati.
    Youngranarolo, questo il nome del programma e questo il link del sito Granarolo, è un’opportunità concreta rivolta a 20 neolaureati con un profilo ad alto potenziale da assumere in 24 mesi, 20 brillanti giovani, ragazze e ragazzi ricchi di idee ed entusiasmo da avviare ad un percorso di crescita professionale.
    Il progetto riguarda tutte le aree strategiche aziendali: marketing, logistica, assicurazione qualità, R&D, engineering, trade marketing, vendite, finance, controlling, manufacturing, quindi si possono candidare neolaureati di diverse discipline e provenienti da tutti gli atenei italiani ma anche i giovani stranieri con diplomi di laurea riconosciuti nel nostro Paese con un ottimo italiano.
    Nel corso del biennio 2010–2011 sul sito sarà pubblicato, di mese in mese, un nuovo profilo dettagliato e la relativa funzione di inserimento, affinché chiunque fosse interessato potrà scegliere di candidarsi alla posizione che riterrà più in linea con le proprie attitudini e aspirazioni.
    Il reclutamento comprende tutto il territorio nazionale. Il processo di selezione sarà articolato in due fasi: secondo la metodologia dell’assessment, è previsto un primo incontro di gruppo, cui seguirà un colloquio individuale condotto dalla Direzione Risorse Umane e Organizzazione, in tandem con il manager dell’area di destinazione.
    Ai neoassunti sarà proposto un Piano di Formazione della durata di 18 mesi, progettato in stretta sinergia con le aree di destinazione e capace di coniugare l’esperienza lavorativa, al fianco di colleghi esperti, con attività formative teoriche, inoltre sarà garantito un preciso pacchetto di facilitazioni per i trasporti e l’alloggio in funzione della residenza.
    Se siete interessati ricordatevi di tenere d’occhio il sito e in bocca al lupo!