Archive for the ‘Lavoro e professioni’ Category

Career Day Università IULM: più di 100 aziende a caccia di talenti.

novembre 15, 2010

Cari amici, vi segnaliamo che domani, martedì 16 novembre, presso l’Università IULM di Milano, dalle ore 9.00 alle ore 17.00  si svolgerà il Career Day, un’opportunità unica per incontrare i responsabili del personale delle più importanti aziende del Paese.
Tanti i nomi prestigiosi: ATM, Autogrill, Barilla, Coca Cola, Leo Burnett, L’Oréal Italia, Magnolia, Unilever, Vodafone e tante altre ancora.
La partecipazione è aperta a tutti gli studenti e laureati anche a quelli provenienti da altri Atenei.
Consultate il programma della giornata per registrare la vostra partecipazione. Ogni azienda avrà un’ora a sua disposizione per la presentazione aziendale a cui seguirà nei circa 30 minuti finali, la raccoglierà dei CV delle persone interessate ad entrare in quella specifica realtà.
Buona fortuna!

Annunci

Lavoro, servono più competenze.

luglio 30, 2010

Leggiamo sulle pagine del Corriere della Sera di oggi (venerdì 30 luglio) che ieri, alla presenza del Ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, è stato presentato il rapporto sulla situazione occupazionale del nostro paese realizzato dal Sistema Informativo Excelsior di Unioncamere. Un segnale di ripresa, arriva dalle 20 mila assunzioni in più rispetto allo scorso anno previste dalle 100 mila imprese dei campione intervistato. «Sono le medie imprese esportatrici e innovative la punta di diamante della nostra economia – spiega il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello. «Queste, nell’uscire dalla crisi, stanno chiedendo. più competenze professionali e flessibilità».
Ed è proprio sul tema delle competenze che il Ministro Sacconi si sofferma maggiormente avvertendo che, a fronte di «una ripresa discontinua e selettiva a livello mondiale, rischiamo di non avere le competenze necessarie per agganciarla fino in fondo» per questo motivo «il governo intende rafforzare iniziative e focus sulla formazione».
Dall’indagine effettuata da Unioncamere si evidenzia che i settori a migliore tenuta occupazionale sono quelli della sanità, delle telecomunicazioni, quelli informatici e quelli legati all’assistenza ai privati.
Tra le figure professionali più ricercate, in testa c’ è quella del barista, seguita dall’ausiliario socio-assistenziale, dall’addetto vendite, dall’infermiere e dal meccanico.
Fonte: Corriere della Sera

Green jobs su Profpedia.it

luglio 21, 2010

Carissimi amici, sul nostro sito http://www.profpedia.it abbiamo aperto un nuovo capitolo completamente dedicato ai Green jobs. Venite a dare un’occhiata! Per chi non lo sapesse i green jobs, cioè le “professioni verdi”, sono tutti quei mestieri che hanno a cuore la sostenibilità  ambientale, l’efficienza energetica, la tutela e la salvaguardia del territorio e delle sue risorse naturali.

Siete green workers? Raccontateci la vostra esperienza professionale, il vostro contributo è per noi preziosissimo: ci aiuterete a declinare nuovi profili professionali, ad orientare i giovani verso un mercato del lavoro, quello della green economy, in forte crescita, e forse potreste riuscire a “convertire” qualche professionista a comportamenti eco-friendly.

Conoscete una professione verde e volete saperne di più? Segnalatecela, ci impegneremo ad approfondire di cosa si tratta e vi aiuteremo a individuare il percorso formativo più coerente con quella professione.

Tempo di fiori d’arancio, tempo di wedding planner!

giugno 18, 2010

Abiti, location, fiori, catering, fedi, partecipazioni, bomboniere, fotografo… Queste sono solo alcuni degli aspetti che una coppia di fidanzati deve affrontare per organizzare il matrimonio, un grande evento che necessita di un vero e proprio “regista”. Stiamo parlando del wedding planner, figura affermata da tempo negli Stati Uniti, chi non ricorda Jennifer Lopez nel film The wedding planner ?
Il wedding planner è un consulente che aiuta e affianca gli sposi nell’organizzazione delle nozze, sottopone loro soluzioni in grado di soddisfare le diverse esigenze, sempre nel rispetto dei tempi e del budget preventivato.
La parola d’ordine è pianificare! Nulla va lasciato al caso perchè in questa professione i piccoli inconvenienti possono essere dietro l’angolo. Bisogna sempre pensare ad un piano di riserva. Che disastro sarebbe un acquazzone nel bel mezzo del pranzo all’aperto?
Per fare questo mestiere non ci si può improvvisare:  il wedding planner conosce tutto sulle tradizioni e sull’etichetta del matrimonio, deve essere una persona creativa, capace di offrire proposte originali e coerenti con le indicazione degli sposi.
Tra le doti innate ci sono la precisione, la discrezione, la flessibilità, la pazienza, la predisposizione alle relazioni personali e, non  meno importante delle precedenti, la capacità di problem solving.
Per ciò che riguarda la formazione esistono molti corsi di wedding planning, di organizzazione d’eventi e corsi più specifici per determinate “fasi” dei preparativi come corsi di composizione floreale, di bon ton, ecc.. Come spesso accade, anche in questo caso conta molto l’esperienza sul campo!
Chi fosse interessato a questa professione può trovare informazioni sul sito dell’A.I.O.M (Associazione Italiana Organizzatori Matrimoni) e su quello dell’ A.W.P. Associazione Wedding Planners.

L’attuario, una professione molto richiesta.

giugno 7, 2010

Un articolo su Il Sole 24 Ore on line, rapisce la nostra attenzione. Anche in tempi di crisi ci sono mestieri ricercatissimi. E’ il caso dell’attuario. Forse in pochi conoscono questa professione. Si tratta di una persona che, grazie alle proprie conoscenze di natura matematica e statistica effettua calcoli per determinare, con la più alta probabilità possibile il verificarsi di determinati eventi nel breve, medio e lungo periodo. Su Wikipedia leggiamo che la professione dell’attuario è un’attività indispensabile per le compagnie di assicurazioni. In ogni tipo di assicurazione infatti è indispensabile calcolare la possibilità che accada l’evento contro cui ci si assicura. L’attuario è colui che si occupa di calcolare la possibilità che si verifichi il fenomeno in questione (ad es. per un’assicurazione danni sugli incidenti stradali l’attuario calcola la possibilità che l’incidente accada). Sostanzialmente quindi, l’attività principale dell’attuario è quella di effettuare una valutazione dei rischi in ambito assicurativo affinché la compagnia non si trovi a pagare più di quanto riceva.
Questa professione è particolarmente legata al settore assicurativo e previdenziale, ma da qualche hanno anche le aziende in generale si servono di questa professionalità per calcolare i rischi connessi al proprio business e alla propria immagine.
Se cercate informazioni più dettagliate in merito a questa professione vi consigliamo di visitare il sito dell’Ordine nazionale degli attuari: http://www.ordineattuari.it/index.php
Chiunque volesse intraprendere questo percorso professionale deve avere una laurea in discipline statistiche e attuariali e deve aver superato l’esame abilitante all’esercizio della professione per potersi poi iscrivere all’Albo nazionale. Sono inoltre necessarie capacità di analisi, di ragionamento matematico, di organizzazione e pianificazione, pazienza e precisione.
Nota positiva: molti sono i giovani che si dedicano a questa professione. Per loro spesso, le offerte di lavoro arrivano ancor prima di aver conseguito la laurea!

E-commerce: crescono gli acquisti su internet

maggio 19, 2010

Secondo una ricerca condotta dall’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm – School of Management del Politecnico di Milano, l’e-commerce nel primo trimestre del 2010 è cresciuto del 16% toccando quota 1.425 milioni di euro. A fronte di un settore in espansione cresce anche la richiesta di personale altamente specializzato.

Quali sono le figure professionali che ruotano attorno al mondo dell’e-commerce? Si tratta del Web marketing manager, dell’Esperto di marketing non convenzionale, del web buyer che trovate descritte su Profpedia.it.
Ognuna di queste nuove professioni richiede conoscenze specifiche in materia di comunicazione on-line, ict, marketing, grafica ecc.
Se possedete queste competenze il settore dell’e-commerce potrebbe fare al caso vostro, se ne siete affascinati ma non credete di avere ancora tutte “le carte in regola” sappiate che da qualche hanno sono nati alcuni corsi specializzati nell’ approfondire le dinamiche del social media marketing e dell’e-commerce.

Milano vuole scommettere sul futuro dei giovani. Professioni al centro.

maggio 14, 2010

Competenza, etica e meritocrazia. La rinascita di Milano deve puntare sulla valorizzazione delle risorse professionali e la riorganizzazione dei processi culturali. A lanciare la sfida per il rinnovamento educativo e formativo del capoluogo meneghino  è il Corriere della Sera che, dalle sue pagine propone il “Manifesto per Milano”, un’iniziativa che scommette sul futuro della città partendo da  “ cultura del fare, senso civico e solidarietà”. Al centro della riflessione, che coinvolge cinquantuno tra intellettuali, artisti e imprenditori, i giovani, la loro formazione e la loro crescita professionale. A frenare lo sviluppo di idee e proposte giovanili sarebbe soprattutto l’assenza  di luoghi dedicati al confronto e alla crescita di nuovi progetti.

Dall’Università agli istituti superiori i giovani studenti, i formatori e i professori non concedono sconti. Denunciano la mancanza di laboratori, palestre ed edifici adeguati per la formazione didattica ed educativa nelle scuole superiori e, la mancanza  in città di veri quartieri universitari che ricalchino lo stile dei campus americani capaci di far circolare idee e permettere uno scambio culturale continuo. E sempre in ambito di formazione universitaria a registrare un segno negativo anche l’accoglienza degli studenti stranieri che una volta discussa la tesi sono costretti a tornare a casa nonostante ci siano aziende pronti ad assumerli per la scadenza del permesso studio. Una grossa perdita per il territorio che si priva in questo modo di nuove risorse e competenze.

Insomma la volontà è far riemergere il sottobosco culturale di Milano e realizzare veri e propri incubatori delle professioni che diventino punto di riferimento per i giovani e non solo, con un unico obiettivo, ricacciare indietro il principio e il metodo dell’affiliazione e dell’affarismo.
Sandra De Marco

Sound designer: una professione che non si vede ma si sente

maggio 6, 2010

La curiosità per questo tipo di professione, che in pochi conoscono, deriva dall’aver letto una bella intervista a Sara Lenzi sull’ultimo numero di Wired (n.15 maggio 2010 pag.52).
Chi lavora nel campo della comunicazione sa che nessun senso va trascurato. E’ per questo che per la buona riuscita di un film, di una pubblicità, di un videogioco, ma anche di un’istallazione il suono gioca un ruolo importante. Questo accade anche per chi si occupa di prodotti e brand, tanto è vero che molti dei nostri oggetti di uso quotidiano, quando li accendiamo o spegnamo, emettono suoni che ci sono famigliari, pensate ad esempio al vostro pc o al cellulare. Il suono in questo caso viene usato per far ricordare meglio un marchio o un prodotto, per conferirgli una personalità più distintiva. Sappiate quindi che dietro a questi suoni c’ è lo zampino di un creativo, se poi questo creativo volete a tutti i costi esserlo voi vi consigliano si leggere il porfilo professionale del sound designer su Profpedia.

B&B: istruzioni per aprirne uno

aprile 28, 2010

Bed & Breakfast letteralmente significa “letto e prima colazione”. Oggi più semplicemente indica l’offerta di ospitalità a pagamento in abitazioni private.
L’attività ha origini anglosassoni, ma si è diffusa notevolmente in questi ultimi anni anche negli altri Paesi occidentali: Francia, Pagna, Germania e ovviamente Italia. Nata come forma di accoglienza low cost, dedicata principalmente ad un pubblico giovane, oggi ha assunto connotati diversi: continua ad essere in alcuni casi un tipo di accoglienza informale, semplice e famigliare, per altri è diventata sinonimo di alloggio esclusivo, di pregio, basta pensare alla tante dimore storiche, ai castelli, alle ville e ai casali di lusso sparsi per tutto lo stivale).
I Bed & Breakfast rappresentano oggi una realtà in crescita nel mercato della ricezione turistica. Se avete in progetto di aprirne uno, vi segnalo che la Provincia di Milano promuove una giornata formativa gratuita venerdì 7 maggio dedicata a capire come aprire un B&B, quali documenti presentare, a chi rivolgersi, quali sono le leggi da osservare ecc.
La giornata è aperta a privati gestori di Bed & Breakfast, possibili futuri gestori, Comuni e altri enti pubblici, associazioni e tutti gli interessati previa registrazione e fino ad esaurimento posti.
Per ulteriori informazioni consultate la pagina dedicata sul sito della Provincia di Milano.

Il lavoro oggi e nel 2015

aprile 21, 2010

Vi segnaliamo un altro interessante appuntamento dedicato all’orientamento dei giovani.
All’incontro, organizzato da Città dei Mestieri, si discuterà di quali sono le principali opportunità per i giovani oggi, come evolverà il quadro in prospettiva, quali sono e saranno le caratteristiche vincenti.
Il workshop sarà seguito da un laboratorio sull’autoimprenditorialità.
L’appuntamento è per giovedì 22 aprile alle ore 11.00 presso la sede di Città dei Mestieri di Milano via Soderini, 24 Milano (MM1 Bande nere).
Per partecipare bisogna inviare l’adesione a: cittadeimestieri@provincia.milano.it
Locandina evento 22_aprile