Posts Tagged ‘Lavoro’

Formazione e lavoro: chi va e chi viene

luglio 1, 2011

Hanno tra i 16 e i 18 anni, ragazzi svegli e dalla mente brillante. Sono i giovani che hanno deciso di aprirsi al mondo attraverso un’esperienza di studio all’estero. Ogni hanno, grazie a Intercultura, Onlus che promuove e organizza scambi interculturali, circa 15oo giovani affrontano con successo questa sfida.
Non è semplice, a partire dal complicato iter selettivo, non tutti, infatti, sono idonei a vivere un periodo di studio all’estero, lontano da casa; bisogna essere psicologicamente pronti ad affrontare anche le piccole difficoltà quotidiane: incomprensioni  dovute alle differenze interculturali tra l’Italia e il Paese ospitante, cambio delle proprie abitudini e del proprio stile di vita. Altra condizione indispensabile:  un eccellente rendimento scolastico . Poi si parte! Le mete scelte sono  le più disparate in tutto il mondo, c’è chi preferisce  la Cina, con i sistemi scolastici migliori al mondo e chi predilige l’India, forse con il sogno di diventare, un giorno, uno dei bravissimi ingegneri che andrà a lavorare nella Silicon Valley.

Ma per tanti giovani che scelgono di lasciare il Bel Paese, seppur temporaneamente, per fare esperienze formative all’estero, ci sono altrettanti stranieri che si dicono pronti a venire in Italia a lavorare.

Secondo quanto emerso dall’ISEO Summer School  il 73% dei 488 studenti provenienti da 89 nazioni e da 213 università del mondo, si dice disponibile a venire in Italia per lavorare. Le aziende più ambite sono risultate Unicredit Banca, Fiat, Ferrari, Intesa San Paolo ed Eni. Restano comunque ancora tanti giovani che difronte all’opportunità di lavorare in Italia  hanno ancora alcune riserve: il rischio di una scarsa crescita professionale, maggior attrattività esercitata da altri paesi e ancora elevata tassazione italiana e  basso livello di remunerazione.

Le esperienze all’estero, di studio o di lavoro, sono in ogni caso occasioni di grande crescita personale che aprono la mente e insegnano il dialogo e la comprensione tra diverse culture. Buon viaggio a tutti!

Settore turismo: al via i career days

marzo 7, 2011

Se state cercando un lavoro nel settore turistico-alberghiero ecco alcune opportunità che non potete lasciarvi sfuggire!

Il primo appuntamento da segnare in agenda è il Turismo Formazione e Professioni Summit (TFP) che si terrà a Milano, a Palazzo ai Giureconsulti il 9 e 10 marzo. Il TFP si annuncia come un contenitore di opportunità lavorative e di formazione. Sarà l’occasione per conoscere le offerte di lavoro, i valori e le mission di importanti aziende del turismo operanti nel settore alberghiero, business travel e tour operator, compagnie di navigazione, agenzie per il lavoro e istituti di alta formazione. Nel corso della due giorni sarà possibile sostenere colloqui liberi con le aziende e candidarsi a una serie di selezioni del personale. Non mancheranno momenti di dibattito e seminari dedicati allo sviluppo delle competenze e delle abilità personali, presentazione di importanti studi e novità professionali utili a tutti gli operatori ecc.

Ritorna l’11 e 12 marzo l’appuntamento fisso con IO Lavoro, la manifestazione giunta alla X edizione, organizzata dall’Agenzia Piemonte Lavoro e promossa da Regione Piemonte, Provincia di Torino, Regione Valle d’Aosta e Città di Torino che si terrà a Torino presso il Palasport Olimpico Isozaki. Qui si potranno incontrare le aziende del settore turistico, alberghiero e benessere in cerca di personale per la stagione estiva. Anche in questa occasione sarà possibile sostenere colloqui di lavoro, lasciare alle aziende il proprio CV e usufruire del servizio di consulenza gratuita per redigere in modo corretto il curriculum vitae e affrontare al meglio un colloquio di lavoro.

Anche Roma sarà tappa di una manifestazione dedicata al settore turistico. Per 4 giorni, dal 6 al 9 aprile, si svolgerà Fareturismo, un evento che raduna presso il salone delle Fontane: studenti, operatori turistici del pubblico e del privato, rappresentanti delle organizzazioni di categoria e delle associazioni professionali, docenti scolastici e universitari e addetti ai lavori. Anche in questo caso un programma ricco di iniziative: colloqui di selezione con le aziende, presentazione dell’offerta formativa in ambito turistico, presentazione delle figure professionali del settore, seminari di aggiornamento professionale e tanto altro ancora.

Per info:

Turismo Formazione e Professioni Summit – 9 e 10 marzo 2011

IO Lavoro – 11 e 12 marzo 2011

Fareturismo dal 6 al 9 aprile 2011

Career Day Università IULM: più di 100 aziende a caccia di talenti.

novembre 15, 2010

Cari amici, vi segnaliamo che domani, martedì 16 novembre, presso l’Università IULM di Milano, dalle ore 9.00 alle ore 17.00  si svolgerà il Career Day, un’opportunità unica per incontrare i responsabili del personale delle più importanti aziende del Paese.
Tanti i nomi prestigiosi: ATM, Autogrill, Barilla, Coca Cola, Leo Burnett, L’Oréal Italia, Magnolia, Unilever, Vodafone e tante altre ancora.
La partecipazione è aperta a tutti gli studenti e laureati anche a quelli provenienti da altri Atenei.
Consultate il programma della giornata per registrare la vostra partecipazione. Ogni azienda avrà un’ora a sua disposizione per la presentazione aziendale a cui seguirà nei circa 30 minuti finali, la raccoglierà dei CV delle persone interessate ad entrare in quella specifica realtà.
Buona fortuna!

Expo 2015: si assumono ingegneri

ottobre 21, 2010

A un mese circa dalla registrazione formale del dossier, prevista per il 23 novembre, partono i lavori sul sito espositivo. i Expo 2015. Come si legge sul Corriere della Sera di giovedì 21 ottobre, l’amministratore delegato Giuseppe Sala, in occasione del cda, chiederà di dare slancio alle assunzioni. Le prime offerte di lavoro saranno rivolte alla ricerca di 40 ingegneri che avranno il compito lavorare alla progettazione preliminare dell’area che dovrà ospitare l’evento.
Vi segnaliamo che questa settimana sul sito ufficiale di Expo 2015 è stata pubblicata la notizia relativa all’avviso di reclutamento, ecco il link, in collaborazione con il Politecnico di Milano, di 10 giovani neolaureati in ingegneria. L’obiettivo è di individuare giovani ingegneri anche con esperienza, in ambiti diversi: idraulica, civile, edile, ambientale, energetica, strutturale, impiantistica, geotecnica, elettrica e meccanica. Lo scopo è di coprire tutte le esigenze progettuali di una macchina complessa come l’Expo.

Lavoro, servono più competenze.

luglio 30, 2010

Leggiamo sulle pagine del Corriere della Sera di oggi (venerdì 30 luglio) che ieri, alla presenza del Ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, è stato presentato il rapporto sulla situazione occupazionale del nostro paese realizzato dal Sistema Informativo Excelsior di Unioncamere. Un segnale di ripresa, arriva dalle 20 mila assunzioni in più rispetto allo scorso anno previste dalle 100 mila imprese dei campione intervistato. «Sono le medie imprese esportatrici e innovative la punta di diamante della nostra economia – spiega il presidente di Unioncamere, Ferruccio Dardanello. «Queste, nell’uscire dalla crisi, stanno chiedendo. più competenze professionali e flessibilità».
Ed è proprio sul tema delle competenze che il Ministro Sacconi si sofferma maggiormente avvertendo che, a fronte di «una ripresa discontinua e selettiva a livello mondiale, rischiamo di non avere le competenze necessarie per agganciarla fino in fondo» per questo motivo «il governo intende rafforzare iniziative e focus sulla formazione».
Dall’indagine effettuata da Unioncamere si evidenzia che i settori a migliore tenuta occupazionale sono quelli della sanità, delle telecomunicazioni, quelli informatici e quelli legati all’assistenza ai privati.
Tra le figure professionali più ricercate, in testa c’ è quella del barista, seguita dall’ausiliario socio-assistenziale, dall’addetto vendite, dall’infermiere e dal meccanico.
Fonte: Corriere della Sera

Green jobs su Profpedia.it

luglio 21, 2010

Carissimi amici, sul nostro sito http://www.profpedia.it abbiamo aperto un nuovo capitolo completamente dedicato ai Green jobs. Venite a dare un’occhiata! Per chi non lo sapesse i green jobs, cioè le “professioni verdi”, sono tutti quei mestieri che hanno a cuore la sostenibilità  ambientale, l’efficienza energetica, la tutela e la salvaguardia del territorio e delle sue risorse naturali.

Siete green workers? Raccontateci la vostra esperienza professionale, il vostro contributo è per noi preziosissimo: ci aiuterete a declinare nuovi profili professionali, ad orientare i giovani verso un mercato del lavoro, quello della green economy, in forte crescita, e forse potreste riuscire a “convertire” qualche professionista a comportamenti eco-friendly.

Conoscete una professione verde e volete saperne di più? Segnalatecela, ci impegneremo ad approfondire di cosa si tratta e vi aiuteremo a individuare il percorso formativo più coerente con quella professione.

Tempo di fiori d’arancio, tempo di wedding planner!

giugno 18, 2010

Abiti, location, fiori, catering, fedi, partecipazioni, bomboniere, fotografo… Queste sono solo alcuni degli aspetti che una coppia di fidanzati deve affrontare per organizzare il matrimonio, un grande evento che necessita di un vero e proprio “regista”. Stiamo parlando del wedding planner, figura affermata da tempo negli Stati Uniti, chi non ricorda Jennifer Lopez nel film The wedding planner ?
Il wedding planner è un consulente che aiuta e affianca gli sposi nell’organizzazione delle nozze, sottopone loro soluzioni in grado di soddisfare le diverse esigenze, sempre nel rispetto dei tempi e del budget preventivato.
La parola d’ordine è pianificare! Nulla va lasciato al caso perchè in questa professione i piccoli inconvenienti possono essere dietro l’angolo. Bisogna sempre pensare ad un piano di riserva. Che disastro sarebbe un acquazzone nel bel mezzo del pranzo all’aperto?
Per fare questo mestiere non ci si può improvvisare:  il wedding planner conosce tutto sulle tradizioni e sull’etichetta del matrimonio, deve essere una persona creativa, capace di offrire proposte originali e coerenti con le indicazione degli sposi.
Tra le doti innate ci sono la precisione, la discrezione, la flessibilità, la pazienza, la predisposizione alle relazioni personali e, non  meno importante delle precedenti, la capacità di problem solving.
Per ciò che riguarda la formazione esistono molti corsi di wedding planning, di organizzazione d’eventi e corsi più specifici per determinate “fasi” dei preparativi come corsi di composizione floreale, di bon ton, ecc.. Come spesso accade, anche in questo caso conta molto l’esperienza sul campo!
Chi fosse interessato a questa professione può trovare informazioni sul sito dell’A.I.O.M (Associazione Italiana Organizzatori Matrimoni) e su quello dell’ A.W.P. Associazione Wedding Planners.

L’attuario, una professione molto richiesta.

giugno 7, 2010

Un articolo su Il Sole 24 Ore on line, rapisce la nostra attenzione. Anche in tempi di crisi ci sono mestieri ricercatissimi. E’ il caso dell’attuario. Forse in pochi conoscono questa professione. Si tratta di una persona che, grazie alle proprie conoscenze di natura matematica e statistica effettua calcoli per determinare, con la più alta probabilità possibile il verificarsi di determinati eventi nel breve, medio e lungo periodo. Su Wikipedia leggiamo che la professione dell’attuario è un’attività indispensabile per le compagnie di assicurazioni. In ogni tipo di assicurazione infatti è indispensabile calcolare la possibilità che accada l’evento contro cui ci si assicura. L’attuario è colui che si occupa di calcolare la possibilità che si verifichi il fenomeno in questione (ad es. per un’assicurazione danni sugli incidenti stradali l’attuario calcola la possibilità che l’incidente accada). Sostanzialmente quindi, l’attività principale dell’attuario è quella di effettuare una valutazione dei rischi in ambito assicurativo affinché la compagnia non si trovi a pagare più di quanto riceva.
Questa professione è particolarmente legata al settore assicurativo e previdenziale, ma da qualche hanno anche le aziende in generale si servono di questa professionalità per calcolare i rischi connessi al proprio business e alla propria immagine.
Se cercate informazioni più dettagliate in merito a questa professione vi consigliamo di visitare il sito dell’Ordine nazionale degli attuari: http://www.ordineattuari.it/index.php
Chiunque volesse intraprendere questo percorso professionale deve avere una laurea in discipline statistiche e attuariali e deve aver superato l’esame abilitante all’esercizio della professione per potersi poi iscrivere all’Albo nazionale. Sono inoltre necessarie capacità di analisi, di ragionamento matematico, di organizzazione e pianificazione, pazienza e precisione.
Nota positiva: molti sono i giovani che si dedicano a questa professione. Per loro spesso, le offerte di lavoro arrivano ancor prima di aver conseguito la laurea!

Milano vuole scommettere sul futuro dei giovani. Professioni al centro.

maggio 14, 2010

Competenza, etica e meritocrazia. La rinascita di Milano deve puntare sulla valorizzazione delle risorse professionali e la riorganizzazione dei processi culturali. A lanciare la sfida per il rinnovamento educativo e formativo del capoluogo meneghino  è il Corriere della Sera che, dalle sue pagine propone il “Manifesto per Milano”, un’iniziativa che scommette sul futuro della città partendo da  “ cultura del fare, senso civico e solidarietà”. Al centro della riflessione, che coinvolge cinquantuno tra intellettuali, artisti e imprenditori, i giovani, la loro formazione e la loro crescita professionale. A frenare lo sviluppo di idee e proposte giovanili sarebbe soprattutto l’assenza  di luoghi dedicati al confronto e alla crescita di nuovi progetti.

Dall’Università agli istituti superiori i giovani studenti, i formatori e i professori non concedono sconti. Denunciano la mancanza di laboratori, palestre ed edifici adeguati per la formazione didattica ed educativa nelle scuole superiori e, la mancanza  in città di veri quartieri universitari che ricalchino lo stile dei campus americani capaci di far circolare idee e permettere uno scambio culturale continuo. E sempre in ambito di formazione universitaria a registrare un segno negativo anche l’accoglienza degli studenti stranieri che una volta discussa la tesi sono costretti a tornare a casa nonostante ci siano aziende pronti ad assumerli per la scadenza del permesso studio. Una grossa perdita per il territorio che si priva in questo modo di nuove risorse e competenze.

Insomma la volontà è far riemergere il sottobosco culturale di Milano e realizzare veri e propri incubatori delle professioni che diventino punto di riferimento per i giovani e non solo, con un unico obiettivo, ricacciare indietro il principio e il metodo dell’affiliazione e dell’affarismo.
Sandra De Marco

Career day, prossima fermata: Roma

maggio 12, 2010

Cari amici vi segnalo che mercoledì 26 maggio si svolgerà a Roma la XXI edizione di Job Meeting & Trovolavoro.it, presso il Palazzo dei Congressi dell’EUR, in Piazza John Kennedy n. 1.
Laureati, laureandi e giovani professionisti provenienti da tutta Italia avranno l’occasione di incontrare direttamente le aziende, valutare le loro offerte di lavoro o orientarsi nella scelta di un corso formativo post universitario tra quelli proposti.
Partecipate numerosi e non dimenticate di portare con voi il vostro CV.