Posts Tagged ‘Milano’

26 marzo: Open day Università IULM

marzo 22, 2011

Sabato 26 marzo, a partire dalle ore 9, l’Università IULM a Milano apre le porte del suo Campus a tutti gli studenti delle Scuole Superiori di Secondo grado per presentare la sua offerta formativa di primo livello.
In questa occasione  gli ospiti avranno la possibilità di visitare le strutture dell’Ateneo (aule attrezzate per lo studio e la ricerca, Istituti, laboratori linguistici e informatici, biblioteca) e di conoscere nel dettaglio i servizi, le attività extracurriculari, le modalità di iscrizione e le attività di sostegno allo studio. Potranno inoltre incontrare studenti degli ultimi anni per avere notizie sull’organizzazione della vita universitaria.

E per chi desidera ulteriori informazioni è attivo un Info Point (dalle 9.00 – 13.30 presso lo Spazio Piramide al VI piano) a disposizione di studenti, genitori o insegnanti per chiarimenti e spiegazioni personalizzate e per raccogliere materiale informativo.

Per saperne di piu visita il nuovo sito dell’Università IULM.

Social media week. Noi ci siamo!

settembre 19, 2010

Questa settimana (dal 20 al 24 settembre) la città di Milano è all’ insegna del “social”. In contemporanea infatti, con altre città europee e mondiali la Social media week animerà la piazza milanese con una carrellata di appuntamenti (ben 90!) targati web 2.0!
Noi di Profpedia, non potevamo ovviamente mancare! Siamo quindi lieti di invitarvi all’evento JOBS GO SOCIAL in programma per martedì 21 settembre 2010 alle ore 14.30 nell’ aula Meucci della Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM – via Carlo Bo, 8 a Milano.
Si parlerà di come trovare lavoro con il supporto dei social networks, di professioni 2.0, di personal brending, di e-reputation e ci divertiremo con il gioco Social Surfer!

Qui potete consultare l’agenda della settimana.

La partecipazione e gratuita, è sufficiente registrarsi qui.

Per saperne di più sull’evento.

Tenetevi aggiornati seguendoci su Facebook
Non mancate!

Milano vuole scommettere sul futuro dei giovani. Professioni al centro.

maggio 14, 2010

Competenza, etica e meritocrazia. La rinascita di Milano deve puntare sulla valorizzazione delle risorse professionali e la riorganizzazione dei processi culturali. A lanciare la sfida per il rinnovamento educativo e formativo del capoluogo meneghino  è il Corriere della Sera che, dalle sue pagine propone il “Manifesto per Milano”, un’iniziativa che scommette sul futuro della città partendo da  “ cultura del fare, senso civico e solidarietà”. Al centro della riflessione, che coinvolge cinquantuno tra intellettuali, artisti e imprenditori, i giovani, la loro formazione e la loro crescita professionale. A frenare lo sviluppo di idee e proposte giovanili sarebbe soprattutto l’assenza  di luoghi dedicati al confronto e alla crescita di nuovi progetti.

Dall’Università agli istituti superiori i giovani studenti, i formatori e i professori non concedono sconti. Denunciano la mancanza di laboratori, palestre ed edifici adeguati per la formazione didattica ed educativa nelle scuole superiori e, la mancanza  in città di veri quartieri universitari che ricalchino lo stile dei campus americani capaci di far circolare idee e permettere uno scambio culturale continuo. E sempre in ambito di formazione universitaria a registrare un segno negativo anche l’accoglienza degli studenti stranieri che una volta discussa la tesi sono costretti a tornare a casa nonostante ci siano aziende pronti ad assumerli per la scadenza del permesso studio. Una grossa perdita per il territorio che si priva in questo modo di nuove risorse e competenze.

Insomma la volontà è far riemergere il sottobosco culturale di Milano e realizzare veri e propri incubatori delle professioni che diventino punto di riferimento per i giovani e non solo, con un unico obiettivo, ricacciare indietro il principio e il metodo dell’affiliazione e dell’affarismo.
Sandra De Marco

Un party per trovare lavoro

aprile 19, 2010

Da oggi i colloqui di lavoro si fanno sorseggiando un drink, immersi in un’atmostera distesa e informale.
Si chiamano job party e sono eventi organizzati nei locali più trend delle principali città italiane, ai quali è possible incontrare e conoscere  i recruiter delle aziende che sono in cerca di giovani talenti da assumere.
Se siete interessanti o anche solo incuriositi dall’originalità di questa iniziativa vi consiglio di partecipare al job party che si svolgerà a Milano giovedì 22 aprile alle ore 18.30. Qui troverete tutti i dettagli dell’evento.
Particolarmente consigliato a chi sta aspettando, ormai da mesi, quella fatidica risposta alla propria candidatura  che tarda ad arrivare…ma anche a ch,i in un ambiente friendly e informale, riesce a dare il meglio di se!

Focus on Turism!

febbraio 22, 2010

Da Milano, dove si è appena conclusa la Borsa Internazionale del Turismo … a Torino che ospiterà IoLavoro, la più grande jobfair del settore, la parola d’ordine è Turismo.
Dalla  salone del turismo meneghino arrivano segnali positivi per il 2010. Il settore sembra infatti in ripresa, gli italiani preferiscono stringere un po’ la cinghia piuttosto che rinunciare alle vacanze. In questi giorni turismo fa rima anche con opportunità di lavoro: il 5 e il 6 marzo domanda e offerta di lavoro nel settore turistico-alberghiero e benessere si incontreranno a Torino.
Chiunque fosse alla ricerca di un occupazione in questo ambito potrà incontrare  le aziende che cercano personale per la prossima stagione estiva e sostenere i colloqui di selezione.
Ampie opportunità per camerieri, cuochi, barman, receptionist, hostess, steward, assistenti e animatori turistici, istruttori sportivi, tecnici audio e professionisti dello spettacolo, fotografi, estetisti, guide turistiche ecc..
Non dimenticatevi di poterare  i vostri CV!

Expo 2015: nuove opportunità dal turismo

giugno 5, 2009

Durante i sei mesi dell’Esposizione Universale sono previsti milioni di turisti e c’è chi sta già pensando di offrire soluzione ricettive più in linea con le tematiche promosse da Expo 2015: ambiente, sana alimentazione, contatto con la natura. Si sono infatti già costituiti gruppi e comitati  per dare vita a progetti di restauro di vecchi casolari e cascine da trasformare in accoglienti bed&breakfast. Si pensa di realizzare strutture semplici ma eleganti, con una media di 20 camere a cascina e un totale di duemila posti letto. I casolari restaurati potranno anche essere utilizzati come location per eventi, feste e riunioni, proprio come le sale convegni degli alberghi in pieno centro a Milano. L’obbiettivo principale è quello di portare in Lombardia un tipo di turismo nuovo, quello della campagna, e dimostrare ai turisti che lunghe passeggiate immerse nel verde e colazioni con prodotti genuini locali bene si conciliano con appuntamenti di affari e impegni di lavoro. Grazie anche ad iniziative come queste si creeranno nuovi posti di lavoro, sia nella fase di ristrutturazione degli stabili, in cui saranno coinvolti architetti, paesaggisti, carpentieri edili ecc…sia in quella di ricezione in cui troveranno occupazione camerieri, cuochi, hostess, receptionist, guide turistiche oltre ovviamente ai proprietari dei vecchi casali abbandonati che avranno, in questo modo, una nuova opportunità di guadagno.
Fonte: http://www.ilgiornale.it