Posts Tagged ‘Università’

26 marzo: Open day Università IULM

marzo 22, 2011

Sabato 26 marzo, a partire dalle ore 9, l’Università IULM a Milano apre le porte del suo Campus a tutti gli studenti delle Scuole Superiori di Secondo grado per presentare la sua offerta formativa di primo livello.
In questa occasione  gli ospiti avranno la possibilità di visitare le strutture dell’Ateneo (aule attrezzate per lo studio e la ricerca, Istituti, laboratori linguistici e informatici, biblioteca) e di conoscere nel dettaglio i servizi, le attività extracurriculari, le modalità di iscrizione e le attività di sostegno allo studio. Potranno inoltre incontrare studenti degli ultimi anni per avere notizie sull’organizzazione della vita universitaria.

E per chi desidera ulteriori informazioni è attivo un Info Point (dalle 9.00 – 13.30 presso lo Spazio Piramide al VI piano) a disposizione di studenti, genitori o insegnanti per chiarimenti e spiegazioni personalizzate e per raccogliere materiale informativo.

Per saperne di piu visita il nuovo sito dell’Università IULM.

Annunci

Opportunità di stage al Ministero dello Sviluppo Economico

settembre 7, 2010

C’è tempo fino al 24 settembre per partecipare al bando di tirocinio per il 2010, promosso dal Dipartimento per le Politiche di Sviluppo e Coesione del Ministero dello Sviluppo Economico e dalla Fondazione CRUI, (Conferenza dei Rettori delle Università Italiane) che mette a disposizione 18 stage per altrettanti laureati presso gli uffici del Dipartimento.  Il bando si rivolge a neo laureati e laureandi di primo livello, di specialistica e di vecchio ordinamento dei 32 atenei italiani che aderiscono al bando. Gli stage avranno una durata di 4 mesi (prorogabili fino a 6), con inizio previsto per l’8 novembre 2010 e si svolgeranno tutti presso gli uffici di Roma.
I tirocini sono attivati allo scopo di accostare il mondo accademico e il mondo del lavoro offrendo a laureandi e neo-laureandi la possibilità di effettuare un periodo di formazione sul campo.

Dopo la maturità come scegliere l’università?

giugno 29, 2010

Dopo le notti trascorse in bianco a ripassare per la maturità, la tensione per il tanto temuto colloquio orale e la trepida attesa dell’esito finale è giunto il momento, per chi ha ancora voglia di proseguire gli studi, di scegliere la facoltà universitaria più in linea con le proprie aspirazioni.
Ecco qualche consiglio per facilitare la scelta.
La prima domanda che ci dobbiamo fare è: quali sono realmente i miei interessi e le mie attitudini?
La riflessione va fatta su sé stessi. Deve essere una autoanalisi sincera e profonda che va ad indagare le peculiarità del nostro carattere. Cosa ci piace davvero fare? Quali sono le nostre passioni? In cosa abbiamo dato prova di essere bravi? Per cosa ci sentiamo particolarmente portati?
Può capitare che non sia facile fare questa operazione. Proviamo allora a individuare l’ambito in cui ci piacerebbe operare; qui ci viene in aiuto l’esperienza fatta a scuola. Quali sono state le materie preferite? In quale campo abbiamo ottenuto i risultati migliori? In quello umanistico, scientifico, o tecnologico? Rispondendo a queste domande potremo restringere il raggio delle opzioni  fino ad individuare la nostra strada.
Proviamo ora a confrontarci con delle ipotesi professionali: in quali “panni” mi troverei più a mio agio? nel camice del medico? Nella toga del giudice, o nel colletto bianco del dirigente? Va detto che non tutti i profili professionali ci sono così familiari. Sapete per esempio cosa fa l’Ecoauditor, Il Registrar o il Game screenwriter ? In questo caso vi sarà certamente d’aiuto consultare Profpedia.it la piattaforma che descrivere nel dettaglio alcune figure professionali che operano nella comunicazione, nel turismo, nei media digitali ecc.
A questo punto bisogna confrontare le proprie preferenze con la realtà per capire quali sono le figure professionali richieste dal mercato del lavoro. Vi consigliamo di consultare le indagini sulle condizioni occupazionali dei laureati effettuate da Almalaurea oppure, avendone la possibilità possiamo chiedere informazioni a chi ricopre quello specifico ruolo professionale, un punto di vista personale e soggettivo può senza dubbio mettere in luce i punti di forza e le criticità di una determinata professione.
Ora non ci resta che individuare le classi di laurea, cioè le categorie concettuali entro cui rientrano i diversi corsi di laurea che ci interessano. (visitate il sito del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca). Fatto ciò non soffermiamoci soltanto a scegliere il percorso formativo in base al titolo del corso di laurea ma andiamo a confrontare il programma didattico proposto dalle diverse università, analizziamo cioè  quali e quanti esami sono previsti per ciascuna materia, quanti sono i laboratori didattici contemplati nel piano di studi, se è previsto uno stage obbligatorio ecc…
Infine vi consigliamo di fare un salto nelle università per andare a  sentire che aria si respira, mettetevi in contatto con gli uffici preposti all’orientamento,  non esitate a fare domande, a richiedere materiale informativo e infine, tenete d’occhio il calendario. Proprio in questo periodo molte Università hanno organizzato i loro Open day.
Ecco alcuni link utili:

8 e 13 luglio  Università di Lingue e Comunicazione IULM

12 – 16 luglio Università Cattolica del Sacro Cuore

14 luglio – Università degli Studi di Pavia

16 e 22 luglio Università degli Studi di Padova

20 – 22 luglio Università La Sapienza

21 luglio Università degli Studi Roma3

Buona scelta a tutti!

Evento “Dall’università al lavoro: il professionista risponde”

aprile 20, 2010

Vi segnaliamo un interessante incontro di orientamento al lavoro rivolto ai giovani laureandi e neolaureati.
“Dall’Uniersità al lavoro: il professionista risponde” Gli strumenti, i percorsi da compiere e le competenze necessarie
per farsi strada nel mercato del lavoro.

L’evento, organizzato da ACTL e Assolombarda si svolgerà a Milano, giovedì 22 aprile, dalle ore 9.00 alle 12.30 presso la sede di Assolombarda in via Pantano 9 a Milano. Qui trovate il programma

E’ una buona occasione per farsi spiegare direttamente da esperti dell’orientamento e professionisti che operano in diversi settori e aree aziendali quali attitudini è necessario possedere, quali competenze occorre sviluppare e quali sono i passi da compiere per poter avvicinarsi al “mestiere” desiderato.
Potrete consegnare i vostri CV e raccogliere materiale informativo sulle aziende partecipanti, inoltre riceverete gratuitamente
la guida “Dall’Università all’Azienda – Guida pratica per i neolaureati” edita da ACTL.

Consultate il sito

La generazione Expo 2015 chiede ascolto

gennaio 18, 2010

Sulle pagine della cronaca di Milano del Correre della Sera di domenica è stato pubblicato un interessante  editoriale dedicato alla “generazione Expo 2015
Si tratta di giovani che vedono in Expo 2015 un’ occasione per trovare  lavoro e crescere professionalmente, che si pongono in contrapposizione alla “generazione boh”, quella degli scettici e dei disillusi.

Da parte loro cresce la richiesta di un maggior coinvolgimento e partecipazione alla politica della città. Chiedono ascolto e responsabilizzazione. Vogliono una città meno congestionata e inquinata, più spazi di incontro e aggregazione, musica e cultura.
La sfida rappresentata da Expo 2015 sta proprio nella capacità dell’esposizione di diventare la palestra per una città  sostenibile, dove i giovani possono formarsi sui temi strategici del futuro: uso delle risorse, ciclo dei rifiuti, lotta allo spreco, economia dell’acqua, risparmio energetico, cultura del cibo e del territorio.
il ruolo della Scuola e dell’Università da qui al 2015 non dovrà essere soltanto quello di accompagnamento del processo ma anche di generatore di sollecitazioni che aiutino i giovani a capire e ad orientarsi in un mercato del lavoro sempre in continua evoluzione.

Per sapere quali sono  i profili professionali connessi a Expo 2015 consulta Profpedia