Posts Tagged ‘web 2.0’

Social media week. Noi ci siamo!

settembre 19, 2010

Questa settimana (dal 20 al 24 settembre) la città di Milano è all’ insegna del “social”. In contemporanea infatti, con altre città europee e mondiali la Social media week animerà la piazza milanese con una carrellata di appuntamenti (ben 90!) targati web 2.0!
Noi di Profpedia, non potevamo ovviamente mancare! Siamo quindi lieti di invitarvi all’evento JOBS GO SOCIAL in programma per martedì 21 settembre 2010 alle ore 14.30 nell’ aula Meucci della Libera Università di Lingue e Comunicazione IULM – via Carlo Bo, 8 a Milano.
Si parlerà di come trovare lavoro con il supporto dei social networks, di professioni 2.0, di personal brending, di e-reputation e ci divertiremo con il gioco Social Surfer!

Qui potete consultare l’agenda della settimana.

La partecipazione e gratuita, è sufficiente registrarsi qui.

Per saperne di più sull’evento.

Tenetevi aggiornati seguendoci su Facebook
Non mancate!

Annunci

WEB 2.0 e nuove professioni

maggio 7, 2009

Ecco 5 suggerimenti di professioni che si possono sviluppare grazie al Web 2.0. A pubblicarle, nel marzo del 2007, il blog Webworkerdaily. Data la crescente esistenza di video blog o vlog che dir si voglia, (blog che utilizzano filmati come contenuto principale, spesso accompagnati da testi e immagini) un primo esempio di professione correlata potrebbe essere quella del New Media Producer. Dotandosi di una Webcam e utilizzando siti come Youtube, oltre che software di editing video, è possibile realizzare un vero e proprio show diventando dunque produttori di se stessi.

Diversa è la professione del Micro Investor, più vicino all’imprenditoria e che necessita di maggiori capitali per iniziare l’attività che si desidera. Un esempio è Prosper che si potrebbe definire come un servizio di “imprenditoria sociale”. Data l’esplosione di blog dedicati alla vendita e all’acquisto di oggetti online, il web 2.0 offre inoltre la possibilità di realizzare piccole boutique online in modo da vendere originalissimi oggetti diventando così Clothing Label Crafter. E’ possibile poi specializzarsi in professioni a stampo più tradizionale come quella di Publisher e Community Curator. Insomma aguzzando l’ingegno è possibile trovare un modo per mettere a frutto la propria creatività.

Alessandra